Mettersi in Gioco per trovare nuove strade: lo sportello di orientamento peer to peer

Mettersi in Gioco per trovare nuove strade: lo sportello di orientamento peer to peer

La narrazione ha spesso dei complici inaspettati: semplici oggetti capaci di evocare il senso profondo di una storia. Complice, in questo caso, è una bicicletta.

Karidja Diabate, Moussa Koulibaly, Ousman Drammeh sono tre orientatori peer to peer formati all’interno del progetto In Gioco sostenuto da Fondazione CON IL SUD. Dalla scrittura di una lettera di motivazione alla la creazione di un CV, hanno approfondito le varie tipologie di contratti di lavoro e hanno scoperto quali sono in Italia i diritti e i doveri dei lavoratori.

A formazione conclusa hanno ricevuto una bicicletta, qualcuno ha dovuto imparare a usarla ma tutti hanno realizzato il valore molteplice di quel mezzo: una scelta green che racconta di un progetto capace di “fare strada”, segnare percorsi positivi di sviluppo locale e, allo stesso tempo, incentivare l’inclusione lavorativa dei migranti. Una bicicletta che permette di offrire un servizio itinerante, non limitato al chiuso di un ufficio, ma che intercetta gli utenti nei luoghi a loro più vicini e abituali.

Un servizio che si basa sull’incontro e sulla comprensione reciproca perché a orientare sono giovani con background migratorio. Orientatori alla pari, con tutti gli effetti positivi che il rapporto fra pari comporta in termini di partecipazione, cittadinanza attiva, comprensione pratica e emotiva reciproca. Insieme abbattono molti muri, come quello linguistico perché non parlano solamente francese e inglese ma anche lingue e dialetti di diverse regioni da cui provengono.

Al servizio è stata aggiunta un’importante finestra on line, necessaria a causa della pandemia Covid-19. Proprio perchè la finalità dello sportello itinerante e dunque degli orientatori è quella di venire incontro e intercettare le piazze frequentate dai loro pari, incontrarli e offrire servizi, ogni mese sulla pagina facebook di In gioco si può consultare il calendario. O ci si può comunque informare al numero 351 22 08 295.

In gioco è un progetto che si rivolge a migranti giovani e adulti, coordinato da SEND e selezionato da Fondazione con il Sud, nell’ambito dell’Iniziativa Immigrazione 2017, con l’obiettivo primario di creare un sistema di welfare comunitario, contrastando lo sfruttamento lavorativo dei migranti e aumentando la loro occupabilità in settori produttivi inediti.

Partner del progetto: CESIE, Libera Palermo contro le Mafie, Per Esempio Onlus, FabLab Palermo, CIAI, Giocherenda, Associazione Donne di Benin City, Associazione Senegalese della Sicilia Occidentale, Comune di Palermo, Per Esempio Onlus.

close

Iscriviti alla newsletter

Condividi sui social